Apr 16

UN TEAM DI RICERCA PER SCONFIGGERE L'ATASSIA

Anna Terrazzan è un'altra delle giovani ricercatrici impegnate nel progetto di ricerca guidato dalla Prof.ssa Peggy Marconi e dalla Dott.ssa Francesca Salvatori.

 

La sua tesi di laurea "Valutazione di un approccio terapeutico in fibroblasti da pazienti con SCA1" intende verificare la fattibilità della strategia messa a punto da Anna e dal team di ricerca coinvolto, volto al silenziamento della malattia. 

"La mia esperienza in laboratorio è stata fantastica. L'ambiente in cui mi sono trovata si è rivelato subito positivo e la Prof.ssa Marconi e la Dott.ssa Salvatori sono state molto disponibili e mi hanno incoraggiato e aiutato durante tutto il mio percorso. In particolare la Dott.ssa Salvatori mi ha fatto subito percepire la passione che mette nel suo lavoro e penso sia riuscita a trasmetterla anche a me - racconta Anna Terrazzan-. E' stata un'esperienza molto importante per la mia formazione non solo perché ho avuto la possibilità di mettere in pratica ciò che ho studiato in questi tre anni, ma la cosa migliore è che l'ho fatto per una buona causa. Infatti quello che mi ha spinto a scegliere questa facoltà sin dall'inizio è il desiderio di poter aiutare le persone e questo è il modo in cui intendo farlo, cercando di dare una speranza ai malati di atassia che si sentono dire "lei è affetto da una malattia rara non curabile". Credo che sia giusto che ognuno abbia una possibilità e solo la ricerca può riuscire nell'intento di trovare una cura verso malattie rare come l'atassia".

Prosegue Anna:"Più di tutto è stato gratificante affrontare nella mia tesi i risultati incoraggianti che fanno pensare che la ricerca di una cura per l'Atassia stia facendo dei passi avanti. Con orgoglio ho potuto raccontare a tutta la commissione, che mi esaminava durante la seduta di laurea, come avevamo raggiunto l'obiettivo di silenziare il gene mutato nei fibroblasti SCA1 isolati da uno dei nostri pazienti. Ho preso molto a cuore questo progetto, tant'è che anche mio padre ha deciso di donare il 5x1000 alla Fondazione A.C.A.RE.F. e spero, magari in un futuro, di poter tornare a far parte di questo gruppo di ricerca. Colgo l'occasione anche per ringraziare tutti per l'opportunità datami e mi ritengo molto fortunata per aver potuto svolgere un tirocinio così importante!"

 

Ultime News da Acaref

LA FONDAZIONE

Fondazione A.C.A.RE.F
Via G. Compagnoni, 95
44122 Ferrara

Tel. 331 2744091
e-mail: info@acaref.org
pec: acaref@pec.it

SOSTIENI A.C.A.RE.F.

Green Cloud Certification